Concausa


Happy new year, Mali
4 gennaio 2009, 12:49
Filed under: Africa, Diritti umani, Musica | Tag: , , ,
Issa Samado ritrattista per le strade del Mali.

Issa Samado ritrattista per le strade del Mali.

L’agenzia Misna riporta che “scontri tra reparti dell’esercito e gruppi armati tuareg sono in corso nel Mali settentrionale: lo hanno riferito oggi sia ufficiali delle forze armate che responsabili della formazione ribelle guidata da Ibrahim Ag Bahanga. Secondo le fonti militari, i combattimenti seguono l’inizio di un’offensiva dell’esercito contro “gruppi di banditi armati”, un’espressione con la quale sono di solito indicati i ribelli di Ag Bahanga. A un’agenzia di stampa straniera, un dirigente del gruppo tuareg ha detto che gli scontri hanno già provocato dei “feriti”. L’inizio dell’offensiva di Bamako segue di un giorno l’uccisione di due notabili filo-governativi nella città nord-occidentale di Gao, una delle zone dove la guerriglia è più attiva. Al di là di questo episodio specifico, gli scontri di oggi si collocano sullo sfondo di un generale aggravarsi delle tensioni tra il governo e alcuni dei gruppi armati di etnia tuareg. Il mese scorso un assalto contro una caserma dell’esercito nei pressi della città settentrionale di Nampala, attribuito agli uomini di Ag Bahanga, aveva causato 20 vittime; all’indomani dell’attacco il presidente Amadou Toumani Touré aveva sostenuto che il governo “non può continuare a subire” né “cercare ancora la pace”. Negli ultimi mesi, diversi gruppi armati hanno accusato l’esecutivo di Bamako di non applicare gli accordi di pace firmati ad Algeri nel 2006.[VG]”

In quest’articolo su peacereporter.net, proprio del 2006, Matteo Fagotto ci porta alle origini del conflitto.
“La lotta dei Tuareg risale agli inizi del secolo scorso, quando le varie confederazioni degli uomini in blu combatterono, senza successo, contro l’occupazione francese. Una lotta proseguita all’indomani dell’indipendenza delle nazioni sahariane, negli anni ’60. Le continue siccità e la desertificazione spingevano infatti gli allevatori Tuareg a spostarsi in continuazione, scontrandosi con i nuovi confini tracciati tra Niger, Mali, Algeria e Libia. La ribellione latente si trasformò in guerra aperta nel 1990, quando i Tuareg di Mali e Niger si sollevarono rivendicando l’indipendenza delle regioni da loro abitate. Il risultato furono migliaia di morti, e un trattato di pace firmato a metà degli anni ’90. Che, in teoria, prevedeva l’integrazione di parte dei ribelli negli eserciti nazionali e programmi di sviluppo, oltre che una certa autonomia, per le regioni contese.”

Per approfondire segnaliamo anche:

Il rapporto annuale 2008 di Amnesty.
“Mali: i tuareg, padroni del deserto”, articolo di CÉLIAN MACÉ, Liberation, tradotto da associazione transafrica sviluppo.
“Offensive de l’armée contre des rebelles touareg dans le nord” su jeuneafrique.com.

I Tuareg su wikipedia.

Il migliore album musicale del 2008, secondo metacritic, viene dal Mali ed è quello di Amadou e Mariam. La bio del duo su wikipedia. Qui sotto il video di “Sabali”, ma prima indovinate chi è il produttore?

Annunci

Lascia un commento so far
Lascia un commento



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: