Concausa


I-Sociology
23 gennaio 2010, 21:55
Filed under: Architettura e Design | Tag:

La “Sociology of objects” del designer francese Stéphane Massa Bidal. Qui il suo sito.

Annunci



Dentro un taccuino
10 giugno 2009, 14:40
Filed under: Architettura e Design, Europa | Tag: , , ,

“In my work I like to confuse the reality and challenge the expectations of the audience”: Evelien Lohbeck e il mondo dentro al suo taccuino.



холодильник/refrigerator
11 gennaio 2009, 11:49
Filed under: Architettura e Design | Tag: , ,
Советский холодильник «Саратов» делался на века

Советский холодильник «Саратов» делался на века

da Superpotenze in lotta a colpi di frigoriferi
di Lorenzo Imbesi, ilmanifesto.it, p. 14, 09.01.09.

“Nel luglio 1959, davanti a una cucina allestita in occasione dell’American National Exhibition a Mosca, due visitatori dibattono animatamente passando in rassegna lavastoviglie, tostapane, televisori. «Voglio mostrarti questa cucina, è l’ultimo modello, del tipo che viene montato in migliaia di case in California per rendere la vita più semplice alle donne», esordisce il primo. «Ne abbiamo anche noi di queste cose – ribatte l’altro – ma mentre voi producete case destinate a durare solo vent’anni, noi costruiamo per i nostri figli e i nostri nipoti». Chiamato Kitchen Debate per il suo insolito terreno di battaglia, l’incontro fra il premier sovietico Nikita Khrushchev e l’allora vicepresidente americano Richard Nixon (uno dei pochi dibattiti registrati dalla tv in piena guerra fredda) si concentra sullo stile di vita rispecchiato dai beni domestici più comuni, testimonianza di benessere diffuso, ma anche di innovazione tecnologica e capacità produttiva di un intero sistema politico-economico. A est il «socialismo del frigorifero» è un fenomeno recente, nato dopo la fase dell’austerità stalinista, con la speranza che l’industria moderna potrà finalmente soddisfare anche i bisogni più materiali. E le due superpotenze si trovano così a guerreggiare a colpi di elettrodomestici e oggetti d’arredo, più che con armi di distruzione di massa.”

Chiude oggi la mostra Cold War Modern, Victoria & Albert Museum di Londra, che, “attraverso la produzione nel campo del design, dell’architettura e della cultura popolare negli anni tra il 1945 e il ’70” ha provato a raccontare “come lo sviluppo della modernità sia stato influenzato nelle sue forme dalla Guerra Fredda, attraverso una competizione che ne moltiplicò gli effetti e la velocità di sviluppo.”

Qui sotto, il “Kitchen Debate”.
Estratto dal documentario Leisurama, regia di Jake Gorst.

E qui, il servizio di Universal – International News.