Concausa


L’umanità non ha nazione
22 novembre 2014, 11:53
Filed under: Germania, Resistenza | Tag:

 

umanità non ha nazione

Udo Sürer, sabato 22 dalle ore 9.30 sarà protagonista dell’incontro“Il coraggio di vivere l’inatteso”, che si terrà a Fivizzano, Museo di S. Giovanni in via Umberto I, organizzato dall’Unione dei Comuni (programma completo). Alle 18 il Circolo culturale enogastronomico Archivi della Resistenza organizza presso il Museo Audiovisivo della Resistenza “L’umanità non ha nazione” l’incontro con Udo Sürer, interventi di Celso Battaglia (superstite della strage di Vinca) e di Roberto Oligeri (Associazione Vittime Civili di San Terenzo). Ore 20.00 cena sociale euro 20 – Prenotare al 3290099418. Ore 21.45 Spettacolo di Andrea Buffa L’umanità con le scarpe da ginnastica. Due atti di teatro di narrazione musicale.

Incontro con Udo Surer, Il Tirreno 21 novembre 2014

 

Annunci


Die Mauer ist weg
8 novembre 2009, 19:47
Filed under: Germania | Tag: ,

mauer 054

“Se sono stato informato correttamente quest’ordine diventa efficace immediatamente.”
Günter Schabowski

Hinter der Mauer e La rivolta silenziosa delle donne, spunti di riflessione interattivi della Zdf. Su Flickr i membri del gruppo Berlin Wall hanno caricato 3.389 foto. Segnaliamo anche Chronik der mauer.



Ecco che muove sgretola dilaga…
6 ottobre 2009, 23:31
Filed under: Germania

2325.banner_muro_alto

“1989 – 2009: a vent’anni dalla caduta del muro di Berlino la Toscana celebra l’evento simbolo della democrazia e della nascita dell’identità europea. L’Auditorium Stensen ospiterà per tutto il mese di ottobre la principale Rassegna cinematografica dedicata alla storia di Berlino dal titolo “Un cielo diviso” – in continuità con la sezione dedicata alla capitale tedesca delle Giornate del Cinema Europeo. Tutti i martedì, mercoledì e giovedì di ottobre – ad ingresso gratuito – saranno presentati, in collaborazione con il Goethe Institut, film e documentari provenienti dalla Germania dell’est oppure collegati alla storia della divisione delle due Germanie.”

Qui tutto il programma; domani alle alle 17.30 la tavola rotonda moderata da Enrico Deaglio dal titolo “Memoria, identità, identità europea, unione e divisione; l’epoca della Cortina di ferro.”
E alle 21:00, Novemberkind di Christian Schwochow (DE 2008, 95′). Alla proiezione parteciperà il regista.



In sé e per sé
6 settembre 2009, 12:06
Filed under: Germania | Tag: , , , , , ,

Engel 02

Pellegrinaggio filosofico/letterario al Dorotheenstädtischer Friedhof di Berlino.

“I luoghi del silenzio per eccellenza sono i cimiteri. (…) A Berlino il cimitero più visitato è il Dorotheenstädtischer Friedhof, contiguo al Brecht Haus, che oggi ospita anche il Bertolt-Brecht Archiv e lo Helene-Weigel-Archiv con i suoi 356.000 documenti. (…) Brecht descriveva la sua nuova dimora nella Chaussestrasse (…) ricordava che lì accanto, nel cimitero “francese”, erano sepolti generali ugonotti, nonché Fichte e Hegel, e affermava che quel luogo gli infondeva molta serenità. (…) sincero omaggio alla grandezza di uomini che prima di lui furono destinati nell’ora estrema a quel luogo di raccoglimento.”
Elena Agazzi, Berlino. Piccolo manuale di viabilità letteraria, Unicopli.

Fa un certo effetto vedere lì, uno accanto all’altro, Hegel e Fichte. Sono in sequenza come sull’Abbagnano Fornero…

Georg Wilhelm Friedrich Hegel

Hegel 01

Johann Gottlieb Fichte

Fichte 01

Heinrich Mann

Mann 01

Bertolt Brecht

Brecht 01

Herbert Marcuse

Marcuse 01



Un mondo dietro ogni parola
10 agosto 2009, 12:09
Filed under: Germania | Tag: , , ,

heinrich-boll-by-clemens

“Se diventassimo consapevoli dell’eredità che giace in ogni parola, studieremmo i nostri dizionari, catalogo della nostra ricchezza e scopriremmo che dietro ogni parola vi è un mondo. Chi usa le parole mette in moto dei mondi, degli esseri divisi: quello che può consolare l’uno, può ferire a morte un altro.”

Heinrich Boll, La lingua come luogo di libertà, discorso del 1959 reperibile qui .



Pina Bausch ist tot
30 giugno 2009, 15:26
Filed under: Germania | Tag: , ,

Pina Bausch, Wuppertal e il Tanztheater.

“È difficile immaginare cosa sarebbe il teatro della danza dell’ultimo quarto di secolo senza la paradigmatica esperienza e creatività della B. Questa coreografa dall’inconfondibile silhouette nera e dall’effigie esangue, sofferente, come in preda all’imminente consunzione ma in realtà da anni potente e energica capofila del genere teatrodanza (o Tanztheater), è riuscita a modificare gli orizzonti culturali ed estetici della danza del nostro tempo, guadagnandosi non solo una schiera di imitatori ma anche un pubblico insospettabile: forse il pubblico più largo e nuovo che qualsiasi altro coreografo di oggi abbia attirato a sé.” (segue qui sul Dizionario dello Spettacolo)



Fiat, Fehler in allen Teilen
31 maggio 2009, 13:00
Filed under: Cose italiane, Germania | Tag: , , ,
Halbkasko di Julian Turner

Halbkasko di Julian Turner

Gherardo Ugolini, docente di lingua, letteratura e cultura italiana alla Humboldt Universität di Berlino, sull’Unità di oggi chiude il suo pezzo sull’affaire Opel La stampa tedesca esulta: garantiti così il lavoro e il futuro con questa riflessione: “Considerando l’intera vicenda del salvataggio Opel non si può ignorare il riemergere di stereotipi e pregiudizi anti-italiani che parevano scomparsi. Non che i tedeschi ce l’abbiano con gli italiani. Ci sono campi come la gastronomia, la moda, l’arte, in cui tutti riconoscono la superiorità italiana. Ma quando si tratta di tecnologia allora le cose cambiano. Per decenni in Germania l’acronimo Fiat è stato beffardamente sciolto in “Fehler in allen Teilen“, ovvero “difetti in tutte le parti” e questo pregiudizio negativo, per quanto assurdo o inattuale possa sembrare, si è sedimentato nelle teste della gente. La sconfitta della Fiat nella campagna di Germania ha a che fare anche con questo”.